Ho tentato di togliermi la vita:

Se hai provato a  toglierti la vita è importante che tu sappia che probabilmente hai passato un momento importante che merita, se lo credi, di essere rielaborato con l’aiuto di uno specialista psicologo psicoterapeuta e/o psichiatra.

Non si tratta di una malattia o di una cosa di cui vergognarsi, ma di un’esperienza che se affrontata con l’aiuto di uno specialista può dare nuovo senso alla vita e permetterti di comprendere meglio le tue possibilità e i tuoi limiti.

Diverse persone in Italia ogni anno cercano di togliersi la vita, ma la maggior parte di coloro che l’hanno fatto, poi dicono anche di essere contente di non esserci riuscite, perché infondo ciò che desideravano non era cessare di vivere, ma far cessare la loro sofferenza.

Ormai esistono molti studi che dimostrano l’esistenza di terapie (farmacologiche e psicologiche) in grado di aiutarti ad alleviare la sofferenza psicologica e ridurre la possibilità di trovarsi a provare nuovamente a togliersi la vita.

Se hai provato a toglierti la vita non è detto che possa accadere di nuovo, ma è anche vero che se sei arrivato a questa determinazione è importante per te e per chi ti sta attorno capire cosa è accaduto e trarne quanto ti può permettere di vivere al meglio possibile, pensando alla tua esperienza come un occasione di crescita e non come una vergogna o un segno di debolezza. Uno specialista può aiutarti in questo.

Che fare?

Parlarne con un familiare, un amico, una persona di fiducia.

Molte persone riconoscono che parlare dei loro sentimenti con qualcuno è un modo efficace di alleviare il disagio e far fronte alla sofferenza.

Spesso si teme di poter essere pesanti o di venire giudicati, ma ci dimentichiamo che per chi parla con noi è motivo di grande soddisfazione potersi sentire utile e ricercato come persona fidata.

Rivolgersi ai volontari della linea d’assistenza Invito alla Vita 800-061650  (o altre linee vedi linee di ascolto)

A volte è difficile parlare con le persone che conosci, perché ti senti in imbarazzo, hai paura di preoccuparle o semplicemente pensi che non possa aiutarti.

In questi casi puoi rivolgerti a persone preparate ad ascoltarti, accogliere la tua storia e se lo richiedi darti indicazioni precise sugli specialisti che si occupano di situazioni simili alla tua.

Rivolgersi a specialisti dell’ascolto e della cura della sofferenza (vedi links di aiuto):

 

ama